Skip to main content

Maria Montessori era un medico italiano divenuto famoso nel 1900 per i suoi studi sull’educazione dei bambini. Il metodo Montessori è diventato un famoso approccio all’educazione che dà la priorità alle interazioni ambientali e alla libertà mentre si avvicina a diverse attività di apprendimento.

Cos’è il metodo Montessori?

Mai aiutare un bambino mentre sta svolgendo un compito nel quale sente di poter avere successo

Maria Montessori

L’approccio educativo Montessori si basa su:

  • Libertà di scelta del percorso educativo
  • Indipendenza
  • Rispetto per il naturale sviluppo psico-fisico

Secondo Montessori, il bambino deve essere al centro dell’apprendimento; l’obiettivo di genitori e insegnanti è quello di creare un ambiente vario e stimolante che faccia da “facilitatore” per permettere al bambino di scoprire la propria autonomia.

In questo modo, un bambino che viene lasciato libero di esplorare il mondo circostante senza interferenze da parte degli adulti, impara ad autoregolarsi.

Come iniziare ad usare il metodo Montessori

Il metodo Montessori può essere applicato fin dalle prime fasi della vita di un bambino.

Si possono trovare un gran numero di scuole Montessori in tutto il mondo, dall’asilo fino al liceo. Le scuole Montessori hanno insegnanti specializzati che seguono il metodo educativo, classi miste con bambini di diverse età, e utilizzano una varietà di materiali nelle loro attività quotidiane. Non mi concentrerò sull’offerta scolastica per Montessori, ma consiglio di ricercare e valutare l’offerta formativa nella tua città.

Ora che abbiamo imparato qualcosa in più su Montessori, è ora di mettere in pratica e capire come puoi usare il metodo a casa tua!

Montessori a casa

Per aiutare un bambino, dobbiamo fornirgli un ambiente che gli consenta di svilupparsi liberamente.

Maria Montessori 

Una casa Montessori deve seguire l’idea del “aiutami a fare da solo“.

Per facilitare il bambino nel seguire questo nuovo metodo, Maria Montessori introduce il concetto di una stanza educativa adatta ai bambini.

Questo significa che ogni oggetto nella stanza è a misura di bambino, tutto può essere raggiunto dal bambino senza chiedere l’aiuto degli adulti e soprattutto ogni oggetto in quella stanza ha uno scopo educativo, quindi il bambino è libero di scegliere l’oggetto che preferisce in quel momento.

In questo modo la vostra casa diventa un luogo di esercizio per lo sviluppo dell’autonomia e dell’indipendenza.

Naturalmente, è necessario prestare attenzione alla definizione delle routine, alla gestione degli spazi e all’allestimento dei materiali.

Cosa possono fare i bambini a casa? A seconda della loro età dovrebbero poter uscire, spazzare, leggere, disegnare, rifare il letto, piegare la biancheria, apparecchiare la tavola, lavare le verdure, stirare, innaffiare le piante, raccogliere le foglie.

Coinvolgendo tuo figlio nelle attività domestiche, egli può imparare l’indipendenza, la responsabilità, il senso di comunità, il rispetto e la cura per l’ambiente.

Materiali Montessori

Il materiale didattico deve essere sempre bello e in buono stato di conservazione. Non devono esserci pezzi mancanti in modo da apparire sempre nuovo al bambino, completo e pronto all’uso.

Maria Montessori

I materiali sono un aspetto chiave della filosofia Montessori.

Montessori dice che un bambino sceglie ciò che vuole per il proprio uso e lavora con esso secondo i propri bisogni, tendenze e interessi particolari. L’oggetto diventa uno strumento di crescita.

Attraverso i sensi i bambini impareranno diversi suoni, rumori, odori, gusti e consistenze. Riconosceranno ciò che è fragile e duro, ciò che è umido e secco o ciò che è sporco e pulito.

Per lo sviluppo sensoriale, la lista dei materiali è infinita: dalla torre rosa alle tavolette colorate o alle bottiglie sensoriali olfattive. Vanno tutti a stimolare e sviluppare i cinque sensi, ma puoi anche trovare qualcosa di più semplice in casa e in natura per svolgere le stesse attività (per esempio gli oggetti nel cestino dei tesori).

Il materiale deve essere inserito nel gioco e nell’ambiente di apprendimento con cura e scelto con cura. Esso deve essere organizzato e posizionato in aree ben definite.

Per lo sviluppo della vita pratica e l’indipendenza, i bambini dovranno svolgere attività che vengono svolte anche dagli adulti. Per questo motivo, il materiale di cui hai bisogno dovrebbe essere simile agli oggetti della vita reale, come una scopa o un piccolo lavandino per replicare e imitare ciò che fanno gli adulti.

Il ruolo degli adulti

È necessario che l’insegnante guidi il bambino, senza lasciargli sentire troppo la sua presenza, così che possa sempre essere pronto a fornire l’aiuto desiderato, ma senza mai essere l’ostacolo tra il bambino e la sua esperienza.

Maria Montessori

Essere genitore Montessori significa seguire i principi del rispetto del bambino, aiutare a fare da sé, mettere il bambino nelle condizioni di auto-apprendimento e auto-correzione nei diversi momenti della giornata del bambino.

Genitori e insegnanti sono degli osservatori, il loro compito è seguire il bambino, preparare l’ambiente per lasciarlo decidere in autonomia, esprimersi e darle la possibilità di sviluppare nuove capacità.

Gli adulti devono rispettare il bambino come persona: considerarlo un individuo pensante fin dall’inizio e non costringerlo a fare qualcosa che non vuole.

Al contrario, devono incoraggiare il bambino attraverso una disciplina positiva e non punitiva, e spiegando i motivi per cui non dovrebbe fare una certa cosa (per evitare un pericolo, ad esempio). Assicurati di non fermare o intervenire costantemente, lascia a tuo figlio la libertà di scoprire ed elaborare da solo una soluzione ogni volta che è possibile!

Potrebbero interessarti anche:

Questo sito è stato registrato su wpml.org come sito in fase di sviluppo.